Home Blogs Annunciamo Layer0 di Limelight
Applications

About The Author

Outline

Limelight (ora Edgio) ha contribuito al lancio e alla crescita di alcune delle più grandi proprietà video del mondo, tra cui Premier League Football Clubs e Disney BYJU, e sta ora offrendo il primo nuovo prodotto derivante dall’ acquisizione di Layer0. Layer0 di Limelight semplifica i flussi di lavoro di sviluppo integrando la logica edge nel codice dell’applicazione e offre caricamenti di pagine in meno di secondi estendendo l’edge fino al browser.

Layer0 precarica e trasmette i dati nel browser prima ancora che l’utente li richieda con un tasso di hit della cache del 95%

Il compito di una CDN è quello di fornire i dati dall’edge il più spesso possibile e il più vicino possibile all’utente. Sorprendentemente, per una tecnologia di oltre vent’anni, le CDN di oggi hanno spazio per migliorare su entrambi i fronti. I team di sviluppo devono ripensare a come preparare la CDN nel proprio stack per migliorare la velocità del team e liberare i siti più veloci possibili.

Fornire i dati dall’edge il più spesso possibile

Nella maggior parte dei siti Web, la CDN è ampiamente utilizzata per memorizzare nella cache i dati statici. Queste risorse come immagini, CSS e javascript raramente cambiano e non dipendono dalla logica dell’applicazione. Tuttavia, i dati dinamici, HTML e API vengono raramente memorizzati nella cache. Questo perché la memorizzazione nella cache di questi dati dipende dalla logica dell’applicazione e le CDN di oggi sono disconnesse dal flusso di lavoro dello sviluppatore, rendendo difficile l’utilizzo, il debug e la manutenzione dei team.

In genere, un team di sviluppo dispone di uno “stack” di codice frontend, server back-end e database che può sviluppare localmente e quindi passa attraverso un ciclo di vita di sviluppo del software (ad esempio, QA, staging, ecc.) prima che entri in produzione. Sfortunatamente, la CDN è l’unica parte dello stack in cui questo non accade. La CDN viene inserita nel processo di sviluppo del software solo alla fine quando le modifiche a un sito diventano attive. Ciò non favorisce l’utilizzo dell’edge per accelerare le applicazioni e in nessun’altra parte dello stack (codice front-end, codice lato server o schema di database) accettiamo questo.

Immaginate di dover progettare una modifica del codice del server, ma vi è stato detto che si poteva sviluppare solo contro la produzione – pensereste che fosse pazzesco. Tuttavia, questo è ciò che chiediamo agli sviluppatori di fare per quanto riguarda l’edge. Dato l’elevato rischio di rottura del sito e di sovraccarico dovuto alla modifica delle configurazioni CDN, l’edge viene ignorato per i dati dinamici.

Al contrario, con Layer0, i team possono testare, rivedere e controllare la loro logica edge durante tutto il processo di sviluppo. Ciò significa che i team possono sviluppare localmente contro l’edge e garantire elevate percentuali di hit della cache per i dati dinamici legati al codice dell’applicazione. La gestione dell’edge è ulteriormente semplificata con EdgeJS, un linguaggio di configurazione edge basato su JavaScript, performante, dichiarativo e indipendente dal framework. EdgeJS può essere incorporato all’interno dell’applicazione frontend e poiché è dichiarativo, gli sviluppatori devono solo descrivere i loro obiettivi piuttosto che scrivere tutta la logica. Ciò ne semplifica l’uso e la manutenzione.

In effetti, la CDN è ora un cittadino di prima classe nel processo di sviluppo. Di conseguenza, un maggior numero di dati viene memorizzato nella cache e i team sulla piattaforma sono più produttivi. Justin Metros, Head of Technology di Universal Standard, ha condiviso che Layer0 ha contribuito all’agilità degli sviluppatori e alle performance del sito web a Jamstack Conn 2021, una popolare conferenza per sviluppatori web. “Grazie a Layer0, la nostra velocità di sviluppo è aumentata drasticamente”, ha detto. Un altro sviluppatore ci ha detto: “Questo è ciò di cui avevo bisogno e non sapevo di volerlo”. La piattaforma è comoda, espressiva e affidabile, il che la rende la CDN apprezzata dai team di sviluppo.

Fornire i dati dall’edge il più vicino possibile all’utente

Oltre a fornire i dati dall’edge il più spesso possibile, le CDN devono anche servirli il più rapidamente possibile. (Anche se tecnicamente, hanno bisogno di servirlo con la latenza più bassa possibile, per questa discussione, supporremo che la distanza sia approssimativamente correlata con la latenza.) Storicamente, le CDN memorizzano i contenuti nella cache in un insieme di nodi cache distribuiti geograficamente, denominati punti di presenza o POP.

Come altre CDN, Limelight Networks ha molti POP. Infatti, con oltre 135 POP in tutto il mondo, Limelight dispone della seconda rete globale di POP più grande ed è molto probabile che sia presente vicino ai vostri utenti. Su Layer0 di Limelight, questi pop vanno oltre le funzioni medie di una CDN e coordinano i dati tra loro. Se un POP non ha un pezzo di dati, lo richiederà in modo intelligente da un altro POP, anche prima che la richiesta venga inoltrata al server di origine.

Per capire come questo possa essere d’aiuto, si consideri un tipico giorno in cui la costa orientale degli Stati Uniti si risveglia prima della costa occidentale. In genere ciò significa che la costa orientale POP avrà una cache calda, ma la costa occidentale POP non sarà riscaldata finché i loro utenti non inizieranno a traffico serio. Con il coordinamento POP, la costa occidentale può sfruttare i modelli di traffico della costa orientale quando la loro cache inizia a scaldarsi.

Inoltre, Limelight Networks è unica tra le CDN in quanto gestiamo la nostra dorsale privata. Ciò significa che quando si esegue il routing del traffico, Limelight non deve utilizzare le autostrade pubbliche congestionate su Internet e può sfruttare la propria rete privata rendendo i trasferimenti di dati più veloci e sicuri.

Anche allora con tutto quel networking, è possibile avvicinarsi ancora di più all’utente – ed è questo che fa Layer0. Grazie alle moderne tecnologie browser, soprattutto con i service worker, la nostra piattaforma ha un controllo diretto e programmatico della cache sul dispositivo dell’utente. Layer0 utilizza questa tecnologia di service worker per trasmettere i dati nel browser prima ancora che l’utente li richieda.

Questa tecnica viene spesso definita precaricamento predittivo e presenta in genere alcuni avvertimenti. In particolare, può essere difficile da gestire e gestire e può causare un traffico eccessivo sul server, poiché il browser richiede più dati all’origine. Questo traffico aggiuntivo può aumentare i costi o, peggio ancora, ridurre il server di origine. Tuttavia, il prefetching integrato di Layer0 assegna la priorità al traffico utente rispetto al traffico previsto e comprende la configurazione EdgeJS. Ciò garantisce che i dati vengano trasmessi solo dai POP e non vengano caricati ulteriori carichi sul server di origine.

Create siti migliori, più veloci e più solidi sulla piattaforma edge di Layer0

Quando tutte queste tecnologie si uniscono, è come se la rete avesse improvvisamente una larghezza di banda infinita e una latenza zero. I dati dinamici non vengono solo memorizzati nella cache DEL POP, ma sono anche disponibili sul dispositivo prima ancora che l’utente li richieda. Il caricamento delle pagine risulta istantaneo, fino a 400 millisecondi, ovvero la velocità del lampeggio di un occhio. Questa velocità è una differenza di tipo, non di grado.

I siti Web di e-commerce registrano un traffico e un fatturato più elevati e un tasso di rimbalzo inferiore

I rivenditori di moda Shoe Carnival, Universal Standarde Akirahanno migliorato il caricamento delle pagine rispettivamente del 92, 91% e 71% su Layer0, e i clienti possono percepire la differenza. Con prestazioni migliorate, i clienti acquistano di più. Il Carnevale delle scarpe ha aumentato i ricavi del 40%, Akira ha aumentato il traffico organico del 30% e Universal Standard ha abbassato il tasso di rimbalzo del 40%. Sam Grossman, COO di Sharper Image, ci ha detto: “Tutti hanno commentato quanto sia veloce il nostro sito, grazie a Layer0.”

Può essere difficile svolgere tutto questo lavoro in modo indipendente e ancora più difficile mantenerlo su larga scala. Layer0 di Limelight è stato creato per offrire questi miglioramenti significativi nella produttività del team e nella velocità delle pagine disponibili per tutti i siti Web, in particolare quelli con dati dinamici di grandi dimensioni. Inoltre, per questi siti su framework moderni, EdgeJS dispone di integrazioni integrate con framework come React, Angular, Vue, Next.js, Nuxt.js, e la piattaforma Layer0 include tutto il necessario per andare senza testa, incluso JavaScript Serverless. Ciò consente ai siti Web dinamici di grandi dimensioni di sfruttare i vantaggi in termini di produttività, sicurezza e prestazioni dell’architettura Jamstack, precedentemente disponibile solo per i siti Web statici.

Consultate la documentazione per sviluppatori su docs.edg.ioe potete provare la piattaforma completamente gratuita su https://edgio.app/signup.