Home Blogs Azure CDN di Verizon offre Virtual CES al pubblico di tutto il mondo
Applications

Azure CDN di Verizon offre Virtual CES al pubblico di tutto il mondo

About The Author

Outline

“Il CES di quest’anno è stato un traguardo per Azure CDN di Verizon. È il primo anno in cui la nostra CDN creata per i media è stata coinvolta in questo prestigioso evento del settore e siamo stati onorati di offrire tutte le keynote e le sessioni dal vivo a un pubblico globale…”

Kevin Lewis, VP delle partnership di Verizon Media

Fonte originale: Edgecast

Il CES interamente digitale di quest’anno è stato un affare internazionale, con visitatori che hanno partecipato virtualmente. Tutti i flussi video degli eventi live per l’evento sono stati distribuiti senza problemi dalla CDN Azure di Verizon.

Uno dei momenti salienti del primo giorno è stato il discorso di apertura del CEO di Verizon Hans Vestberg. La CDN di Azure ha mantenuto il 100% di uptime durante tutta la presentazione e ha raggiunto un tasso di hit cache del 99%, il che significa che tutte le richieste video sono state gestite con successo senza ritardi e non hanno mai dovuto eseguire il failover su una CDN concorrente a causa di problemi di prestazioni.

È importante notare che i profili del traffico video live differiscono dai profili video su richiesta (VOD). Un codificatore live pubblica costantemente nuovi segmenti sul server di origine e la CDN deve recuperare questo nuovo contenuto e propagarlo in tutta la rete molto rapidamente. Per i profili live, la CDN deve essere estremamente efficiente nel riempire la cache e intelligente nella gestione delle richieste dei dispositivi client, anche prima di avviare il processo di riempimento della cache. La CDN Azure di Verizon è progettata per mantenere il carico sul server di origine al minimo assoluto ed evitare di aggiungere ulteriore latenza alla pipeline di distribuzione dei contenuti multimediali. Questo design di base della nostra CDN integrata per i contenuti multimediali è un vantaggio che ha permesso ai partecipanti virtuali del CES di godere di un’esperienza visiva fluida e di tipo broadcast.

Il CES completamente digitale di quest’anno è stato ricco di presentazioni dei CEO di AMD, Best Buy, GM, Microsoft, Verizon e Walmart. Con così tanti leader visionari che condividevano le loro prospettive per il 2021, era di fondamentale importanza che la CDN di Azure di Verizon fornisse risultati impeccabili. Ecco un esempio delle sfide tecniche che il team CDN ha dovuto superare. Durante le presentazioni, più client richiedevano lo stesso segmento video di un flusso non ancora memorizzato nella cache. Allo stesso tempo, i numeri delle visualizzazioni online aumenterebbero e inizierebbero a salire. Questi due eventi insieme segnalano una folla lampeggiante. Questo comportamento del pubblico è tipico quando inizia un evento sportivo o, in questo caso, quando inizia un discorso di apertura del CEO.

Un approccio alla gestione di una folla flash consiste nell’inviare più richieste simultanee di riempimento della cache all’origine per ridurre la latenza. Tuttavia, questa tecnica potrebbe essere pericolosa se le richieste sovraccaricano l’origine facendola passare offline. Invece, l’approccio di Verizon raggruppa più richieste e fa solo una richiesta di origine singola dalla CDN alla nostra massima velocità. Questa singola richiesta di riempimento cache è condivisa tra le richieste client in pool. Questa funzione della CDN di Azure di Verizon è denominata condivisione cache parziale. Sfruttando una singola richiesta di velocità massima, il contenuto garantito veniva consegnato a tutti i client contemporaneamente non appena iniziava a caricarsi nella cache. Inoltre, con l’espansione delle visualizzazioni, la CDN Azure di Verizon rileverà e replicerà automaticamente i contenuti più diffusi su più server di cache in un POP (Point of Presence) per supportare facilmente altri spettatori. Il risultato per i partecipanti al CES di tutto il mondo è tempi di avvio dei video più rapidi, latenza ridotta durante la visione e un’esperienza complessivamente positiva.

È fondamentale gestire e proteggere il server di origine durante la distribuzione multimediale di un evento live. Azure CDN Origin Shield è un livello di caching aggiuntivo tra la CDN e l’origine. Questa origine virtuale viene collocata strategicamente in una delle nostre posizioni Super POP per gestire le richieste provenienti da tutte le altre posizioni POP, proteggendo ulteriormente l’origine CDN. Origin Shield ha facilitato l’offload massimo dell’origine e ha consentito alla CDN Azure di Verizon di distribuire contenuti video CES su larga scala senza alcuna interruzione nella riproduzione.

Oltre alla gestione dell’origine, Azure CDN di Verizon dispone di potenti strumenti per eccellere nello streaming di eventi live. Il più importante di questi strumenti è il motore di regole avanzato. Rules Engine ha attivato controlli granulari per CES, tra cui l’aggiunta di utili intestazioni di richiesta, l’impostazione di criteri di caching per massimizzare le prestazioni di caching e l’applicazione dell’autenticazione token per proteggere le risorse multimediali. Questa funzionalità di ottimizzazione dello streaming altamente configurabile ha portato a sofisticate funzioni di gestione della cache e personalizzazione della gestione dei sovraccarichi, garantendo le massime prestazioni possibili e la stabilità dell’origine CDN. Infine, Azure CDN di Verizon offre un’enorme quantità di storage cache necessaria per ridurre al minimo la latenza, il buffering e i tempi di avvio dei video. Le funzioni complete sono state facili da implementare e altamente efficaci per rendere il CES virtuale un successo.

Poiché il CES è una delle fiere più importanti del calendario, Verizon e Microsoft hanno implementato un team di supporto per la distribuzione dei contenuti media unico nel suo genere. Questi professionisti altamente qualificati hanno monitorato tutti i flussi di traffico in tempo reale, osservando potenziali problemi e risolvendoli in modo proattivo prima che i partecipanti abbiano subito danni visibili ai video. Questo team Eyes-on-glass ha fornito ad Azure e al suo partner, MediaKind, statistiche sulle prestazioni e report in tempo reale. Con oltre tre milioni di visualizzazioni di presentazioni e conferenze, il CES ha raggiunto oltre 83.000 professionisti del settore in 167 paesi, territori e regioni, con il 58% dei partecipanti provenienti da altri paesi

Kevin Lewis, VP delle partnership di Verizon Media, ha dichiarato: “Il CES di quest’anno è stato una pietra miliare per Azure CDN di Verizon. È il primo anno in cui la nostra CDN creata per i media è stata coinvolta in questo prestigioso evento del settore e siamo stati onorati di offrire tutte le keynote e le sessioni dal vivo a un pubblico globale. Per il CES 2021, abbiamo aggiunto il team operativo Eyes-on-Glass di Verizon come ulteriore livello di monitoraggio per garantire che non ci fossero problemi durante questo evento di alto profilo.”

Daniel Gicklhorn, Senior Director di Azure, ha dichiarato: “La CDN Azure di Verizon è stata la rete ideale per distribuire i flussi video per il CES 2021 completamente digitale. Verizon vanta un’esperienza incredibile nel lavorare con gli eventi live e la piattaforma è altamente configurabile per ottimizzare le prestazioni di streaming e gestire la complessità della distribuzione di eventi live su vasta scala. Vogliamo che questo diventi un modello per la distribuzione virtuale di eventi globali”.

Dopo il successo del CES 2021 completamente digitale, Microsoft è impaziente di sfruttare ulteriormente le soluzioni cloud Microsoft, tra cui Microsoft Azure, Microsoft Teams e Microsoft Power Platform con soluzioni partner, come MediaKind e Azure CDN di Verizon, per creare una potente piattaforma tecnologica per i futuri eventi completamente digitali.

Contattateci per ulteriori informazioni.