Home Blogs Cosa impedisce la velocità del Web Builder
Applications

Cosa impedisce la velocità del Web Builder

About The Author

Outline

Origine originale: Layer0

Un cappello al team che fa brillare il tuo sito web. Creazione, gestione, debug, aggiornamento, protezione, e il monitoraggio di una moderna applicazione web può richiedere l’unione di oltre 20 primitive cloud e servizi web diversi. Non è facile – il tuo team combatte i draghi ogni giorno per fare il meglio per la tua attività.

E se non dovessero combattere tanti draghi? E se potessero rilasciare aggiornamenti due volte più velocemente? E se avessero a portata di mano informazioni critiche che potrebbero influire sui profitti? E se il tuo sito web venisse caricato in un batter d’occhio? Immaginate cosa si potrebbe fare.

Perché la velocità del costruttore è importante (suggerimento: È denaro)

La velocità dei costruttori è strettamente correlata sia ai profitti che ai risparmi sui costi.

Una maggiore produttività si riflette sempre sul lato dei costi del bilancio, ma che dire dell’impatto sul lato del reddito del bilancio? C’è qualche correlazione? La società di consulenza globale McKinsey&Company ha deciso di scoprirlo.

I risultati sono stati sorprendenti. La crescita dei ricavi delle aziende è fino a cinque volte superiore se hanno una velocità di sviluppo di alto livello.

Esaminando i ricavi e le distribuzioni per la produzione nei mercati verticali software, Financial Services, Retail, Automotive e Manufacturing, lo studio di McKinsey ha rilevato che le aziende nel quartile superiore dell’indice di velocità degli sviluppatori (DVI) superano di 4-5x. le altre sul mercato

Poiché “il software mangia il mondo”, la velocità con cui spedite gli aggiornamenti determina se affonderete o nuotate nel mercato.

Cosa impedisce la velocità del web Builder?

Negli ultimi 10 anni, AWS (Amazon Web Services) ha completamente trasformato il nostro modo di acquistare e utilizzare infrastrutture software e hardware. Insieme alla concorrenza, hanno creato migliaia di servizi point (primitive del cloud), come il computing e lo storage. Questi servizi sono diventati i martelli e i chiodi che le squadre hanno dovuto assemblare e mantenere per costruire applicazioni web.

Purtroppo, in troppi casi lo sforzo è cresciuto fuori controllo. Le organizzazioni hanno riunito interi team di scarso e costoso talento. E troppo spesso, la maggior parte delle loro risorse viene spesa semplicemente mantenendo l’applicazione in funzione su larga scala. Molti team sono impantanati da requisiti non funzionali (NFR) quali interoperabilità, affidabilità, scalabilità e altri tipi di “IT”. Molti dedicano più tempo ai NFR che al miglioramento dell’app stessa.

Oggi, oltre 20 “primitive cloud” sono tipicamente necessarie per implementare una moderna app web. Molte aziende utilizzano almeno tre fornitori per l’infrastruttura cloud, la CDN, la sicurezza, l’osservabilità e l’integrazione continua/l’implementazione continua. Ecco un esempio dei componenti che devono essere assemblati per un’applicazione web:

Componenti in una tipica applicazione Web

Le moderne app Web richiedono diversi strumenti per la configurazione di servizi e periferici, domini e sicurezza, controlli di integrità e sviluppo. Peggio ancora, il lavoro non è facile e richiede esperti che sono difficili da reclutare e mantenere. Alcuni CTO si sono lamentati del fatto che addestrano questi esperti solo per farli prendere in giro dai fornitori di cloud.

In The Developer Experience Gap, Stephen o’Grady di Redmonk ha scritto:

La frammentazione impedisce ai fornitori di fornire in modo nativo i componenti necessari per una toolchain completamente integrata. Ciò non cambia la realtà, tuttavia, che gli sviluppatori sono costretti a prendere in prestito tempo dalla scrittura del codice e a reindirizzarlo verso la gestione dei problemi associati a catene di strumenti di sviluppo multifattore estremamente complesse tenute insieme in luoghi da nastro per condotti e filo per imballaggio. Questo, quindi, è il divario dell’esperienza degli sviluppatori. Lo stesso mercato che offre agli sviluppatori qualsiasi infrastruttura primitiva che possano desiderare è dire loro che collegarli insieme è un problema di uno sviluppatore.

Il problema di questo sviluppatore può bloccare la velocità degli sviluppatori, che può bloccare la crescita dei ricavi.

Velocità dell’unità di sviluppo della turbocompressione

La buona notizia è che esiste un modo migliore per creare, gestire, eseguire il debug e aggiornare le app e le API. I team possono sfruttare la potenza di queste oltre 20 primitive cloud con un’unica piattaforma.

La messa a fuoco viene spostata dalla complessa idraulica all’ottimizzazione efficiente, con rilasci più veloci e affidabili. Tutto questo grazie a un movimento in rapida crescita chiamato AppOps, noto anche come Jamstack Platforms. AppOps sta rivoluzionando il mercato delle CDN tradizionali; la CDN e l’edge computing possono ora essere una semplice funzione all’interno di un’offerta molto più ampia, proprio come la fotocamera digitale è diventata una funzione negli smartphone dopo il lancio dell’iPhone.

Layer0 di Limelight è una piattaforma AppOps per gli integratori che consente ai team di concentrarsi sul miglioramento delle proprie app senza distrazioni, eseguendo al contempo una delle reti globali proprietarie più grandi e dalle prestazioni più elevate al mondo. Questa piattaforma si distingue dagli altri in base a cinque vantaggi principali, tra cui la possibilità di implementare rapidamente, integrare la sicurezza, rilasciare con sicurezza, evolversi verso un’architettura microservizio e risparmiare denaro.

Esperienza straordinaria per gli sviluppatori

I team su Layer0 rilasciano fino al doppio della velocità dei team ordinari con strumenti di produttività integrati, tra cui pagine che mostrano opportunità immediate per migliorare le prestazioni e.

CDN configurabile tramite JavaScript

La gestione dell’edge è semplificata grazie a EdgeJS, un linguaggio di configurazione edge basato su JavaScript, performante, dichiarativo e indipendente dal framework. EdgeJS può essere incorporato nell’applicazione frontend e, poiché è dichiarativo, gli sviluppatori devono solo descrivere i loro obiettivi piuttosto che dover scrivere tutta la logica. Ciò ne semplifica l’uso e la manutenzione.

I team Layer0 sono in grado di testare, rivedere e controllare la loro logica edge durante tutto il processo di sviluppo. Ciò significa che i team possono sviluppare localmente contro l’edge e garantire elevate percentuali di hit della cache per i dati dinamici legati al codice dell’applicazione.

Cruscotto

Schermata Panoramica livello 0

La schermata panoramica di Layer0 che riassume lo stato del progetto a colpo d’occhio, inclusi i principali parametri vitali Web, il traffico, gli errori, la percentuale di riscontri nella cache, le statistiche di precaricamento, e attività recenti.

Le descrizioni dei comandi sono sincronizzate tra i grafici sullo stesso schermo, semplificando la correlazione delle informazioni tra più metriche. Ad esempio, quando si passa con il mouse sul grafico della velocità di risposta della cache nella scheda Panoramica, nel grafico del traffico viene visualizzata anche la descrizione del comando per la stessa data.

RUM (monitoraggio degli utenti reali)

Google classifica i siti Web nelle ricerche in base in parte a una serie di metriche di performance chiamate Core Web Vitals, un insieme di metriche che ha un enorme impatto sull’esperienza utente. Con RUM Analytics di Layer0, puoi capire l’impatto delle modifiche del tuo sito in pochi minuti, invece di attendere giorni o settimane in Google Search Console o Page Speed Insights.

Ci sono grafici che mostrano visualizzazioni di pagina, distribuzione ed eventi RUM nel tempo, quindi potete dire cosa è successo la settimana scorsa e come risolvere il problema, o cosa avete fatto bene alcuni mesi fa, e come affrontare le potenziali minacce dei parametri vitali del Core Web. potete vedere le tendenze nel tempo e nelle distribuzioni.

Caching cockpit

Visualizzare la percentuale di hit rate (CHR) complessiva della cache per tutti i percorsi, il modo in cui gli CHR sono influenzati dalle distribuzioni e la cronologia di eliminazione della cache. Elimina facilmente la cache per percorso, chiave surrogata o gruppo. Forse lo strumento più potente è la possibilità di vedere la CHR per percorso, insieme a traffico, CPU, memoria, velocità di pre-caricamento, e molto altro ancora. A differenza delle CDN tradizionali che mostrano ogni URL che ha colpito il tuo sito, Layer0 si integra con la tua base di codice ed è in grado di riconoscere il percorso, rendendo più facile vedere i percorsi che necessitano di miglioramenti. Ciò è estremamente utile per i siti ad alte prestazioni che desiderano raggiungere velocità di secondo inferiore.

Percentuale di team ad alta velocità

Questi sono solo alcuni degli strumenti per le prestazioni della piattaforma. Insieme, le squadre stanno rilasciando il doppio della velocità di prima. “John Beadles, Lead Web Developer di “chiavi in mano” Vacation Rentals Shared, “il livello 0 ha aumentato la nostra cadenza [release] di almeno due volte, forse di più”.”

E ricordate: La crescita dei ricavi delle aziende è fino a cinque volte superiore se hanno una velocità di sviluppo di alto livello.

Sicurezza Web potente

Gli sviluppatori non hanno più bisogno di integrare manualmente la sicurezza nella logica edge. Distribuite rapidamente soluzioni di gestione DDoS, WAF e Bot in modo nativo nel vostro flusso di lavoro su Layer0.

WAF

Web Application Firewall con set di regole gestiti che filtrano e proteggono da exploit comuni ed emergenti, come le vulnerabilità OWASP Top 10, le minacce Log4J, PHP Object injection, SQL injection e altri.

Gestione dei bot

Rilevate e gestite un’ampia gamma di bot che eseguono query sulle loro applicazioni e consumano risorse preziose. Che si tratti di SEO, motori di ricerca, data center danneggiati, social media o scraping bot, avete la possibilità di contrassegnarli e fermarli se il traffico bot è indesiderato.

Protezione dagli attacchi DDoS

Layer0 si trova sulla rete ad alta larghezza di banda di Limelight, distribuita a livello globale e sempre attiva, progettata per ispezionare e respingere un’ampia varietà di attacchi DDoS a livello di rete, mantenendo le vostre risorse sane e protette in tempo reale.

Rilasci affidabili

Produttività, prestazioni e protezione non sarebbero completi se i team devops non fossero in grado di rilasciare con sicurezza. Layer0 include un potente strumento di suddivisione del traffico e gestione delle funzionalità che viene eseguito all’edge con:

  • Instradamento e suddivisione del traffico “point-and-click” all’edge, molto più facile da usare rispetto agli strumenti all’interno delle CDN tradizionali che non conoscono il codice dell’applicazione
  • Le implementazioni Canary e Blue/Green consentono di inviare gli aggiornamenti in modo sicuro
  • Bandierine di funzione (note anche come caratteristiche scure) con molte altre novità in arrivo nella roadmap
  • Test a / B al limite che non rallenta il tuo sito web che si integra con tutte le principali piattaforme di sperimentazione

Si tratta di varianti “full stack” che includono il codice del browser, il codice edge e il codice senza server cloud in un unico pacchetto atomico: I membri del team DevOps sanno con sicurezza che i vostri clienti ottengono esattamente ciò che intendete.

Evolversi verso microservizi e senza testa

Per ottenere rapidamente velocità, flessibilità e agilità, i clienti possono passare facilmente a un’architettura headless sul livello 0, disaccoppiando il livello di presentazione frontend dalla logica di backend tramite API.

In questo case study, Kate Spade (Tapestry) ha utilizzato Layer0 per migrare in modo incrementale a una nuova versione di Salesforce Commerce Cloud.

Kate Spade migra a headless una pagina alla volta su Layer0

KateSpade.com si basa sull’architettura SiteGenesis di Salesforce e recupera i dati aziendali archiviati in Salesforce Commerce Cloud tramite una CDN tradizionale. Tuttavia, tutte le pagine memorizzate nella cache e sottoposte a rendering da Layer0 sono ora indirizzate direttamente a Layer0 per un tasso di hit della cache più elevato. Layer0 si trova tra il livello di dati di Kate Spade e il frontend.

La precedente piattaforma monolitica era accompagnata da server fisici reali, quindi un traffico più elevato comportava un maggiore carico di server, rallentando l’esperienza di acquisto. Utilizzando una piattaforma senza server come Layer0, KateSpade.com è ora scalabile al livello di qualsiasi traffico.

In termini di agilità, gli aggiornamenti sono più rapidi e semplici, senza dipendere dall’infrastruttura Salesforce restrittiva. Prima, il team ha aspettato settimane per vedere i loro aggiornamenti perché faceva tutto parte di un’unica build. Ora, questi aggiornamenti sono interrotti in blocchi, il che porta a distribuzioni più frequenti con rischi minori.

Layer0 è il leader delle prestazioni anche per i siti web headless, con il supporto per 45 delle principali piattaforme Jamstack e il conteggio:

Semplificate e risparmiate denaro

Invece di acquistare strumenti diversi, è possibile ottenere i risultati aziendali desiderati con un approccio più semplice e a basso costo. Ecco una visione che confronta i costi dei due approcci:

Con Layer0 è possibile ottenere risultati migliori a costi inferiori. Il vostro team di costruttori può smettere di preoccuparsi dell’impianto idraulico e concentrare la sua attenzione sulle innovazioni che distingueranno la vostra soluzione dalla concorrenza.

Bonus: Offrite un’esperienza Web più veloce

Come se raddoppiare la velocità del team di costruttori non fosse sufficiente, puoi anche offrire web experience notevolmente più veloci. Layer0 di Limelight è la CDN e la piattaforma edge per applicazioni web più programmabili e veloci al mondo. Gli sviluppatori possono controllare funzionalità innovative per le prestazioni, come il caching dei dati dinamici (non solo dei contenuti statici) e il precaricamento predittivo nel dispositivo del visitatore. Ulteriori informazioni su questo in un articolo futuro!