Home Blogs La scalabilità operativa è essenziale per un’attività di streaming di successo
Applications

La scalabilità operativa è essenziale per un’attività di streaming di successo

About The Author

Outline

Qualunque sia il caso di utilizzo (eventi live o VOD, annunci o abbonamenti, uno o milioni di spettatori), la chiave per un servizio di streaming di successo è scegliere una tecnologia affidabile con ridondanza integrata che scali automaticamente le operazioni e distribuisca flussi di alta qualità senza problemi. Il nostro ultimo blog ha esaminato i componenti chiave di cui qualsiasi servizio di streaming avrebbe bisogno per scalare le operazioni (e competere) nel settore. Questi elementi essenziali, tutti facenti parte della piattaforma Uplynk, includono un’architettura plugin piena di API avanzate per l’automazione, la personalizzazione dinamica (come DRM, annunci pubblicitari o localizzazione), la creazione di canali e il supporto alla distribuzione per tutti gli endpoint (comprese le piattaforme VELOCI), e un team esperto in grado di fornire supporto o servizi per aiutarvi a crescere rapidamente e scalare le risorse con la stessa rapidità. In questo blog, vogliamo approfondire la scala di riproduzione.

Prima di immergerti, esaminiamo rapidamente ciò che rende unico lo streaming. Il confronto migliore è la TV tradizionale: Un settore maturo con linee guida e standard completi. I feed vengono inviati ai satelliti o ai telecomandi e trasmessi tramite reti dedicate, rendendo la TV via cavo o satellitare un’esperienza uniforme e di alta qualità. D’altra parte, lo streaming di contenuti viene inviato tramite Internet pubblico e richiede che il video venga suddiviso in parti più piccole per la distribuzione. Quando uno spettatore preme Play, un file manifesto viene consegnato al lettore, contenente istruzioni su come recuperare i frammenti di contenuto. Per valutare la quantità di lavoro necessaria per lo streaming di contenuti, per un video di 30 minuti, un file manifesto dovrebbe includere 450 (4 secondi) o 900 (2 secondi) frammenti (per obiettivi a bassa latenza). C’è anche una differenza significativa tra contenuti live e VOD. Con il VOD, il contenuto viene acquisito, suddiviso, codificato e memorizzato in anticipo. Per questo motivo, una volta che uno spettatore tocca Play, viene generato e consegnato un manifesto dall’inizio alla fine, comprese le interruzioni pubblicitarie. Tuttavia, per un feed live lineare o di eventi live, i contenuti vengono acquisiti, suddivisi, codificati e memorizzati in tempo reale. Viene generato solo un manifesto parziale per i blocchi video iniziali quando uno spettatore preme Play. Il manifesto continuerà ad aggiornarsi (ad esempio, verranno aggiunti nuovi pezzi mentre quelli più vecchi e già consumati verranno eliminati) fino alla fine del contenuto.

Trasmetti in streaming a molti, pochi o diretti utilizzando broadcast, multicast o unicast

Qualsiasi fornitore di contenuti video che desideri trasmettere (o multicast) i propri contenuti a un gruppo di persone può distribuirli in modo efficiente utilizzando un file manifesto con protocolli compatibili come RTMP. Tuttavia, viene fornito con compromessi come perdita di pacchetti, scarsa esperienza di visualizzazione (QoE) e capacità limitata di applicare DRM, inserire annunci mirati (che generano CPM più elevati), localizzare contenuti o risolvere i problemi in modo efficace. Inoltre, richiede quasi sempre una configurazione di rete aggiuntiva, rendendo l’unicast (ad esempio, uno a uno o OTT) più semplice e la forma più comune per lo streaming di contenuti tramite IP. Tuttavia, questo approccio comporta anche sfide, come l’aggiunta di flussi di lavoro più diversificati per raggiungere più spettatori, dispositivi e piattaforme.

Ad esempio, proteggere i contenuti dalla pirateria può complicare i flussi di lavoro richiedendo più formati per supportare le esigenze di un pubblico di grandi dimensioni. I giocatori più anziani che non supportano DRM (Digital Rights Management) hanno bisogno di crittografia HLS e AES-128. I dispositivi iOS meno recenti richiedono HLS e FairPlay. I dispositivi iOS più recenti supportano HLS e FairPlay e CMAF CBC. Le versioni precedenti di Windows e Android supportano solo CTR CMAF. Le versioni più recenti di Android, Windows e iOS dovrebbero supportare tutti i formati CMAF. I contenuti devono essere confezionati in più formati per consentire la riproduzione su tutti i dispositivi. La tecnologia DRM è uno dei numerosi fattori che possono interrompere i flussi di lavoro, richiedendo tempo, denaro e risorse per la creazione, la manutenzione e il miglioramento di una soluzione. La vostra infrastruttura dovrebbe consentirvi di ottimizzare i flussi di lavoro per offrire experience coerenti su tutti i dispositivi e le piattaforme su larga scala.

Gestione delle sessioni di visualizzazione unicast su vasta scala

Anche se due spettatori potrebbero essere simili, non sono mai gli stessi. Anche se potrebbero sintonizzarsi sullo stesso canale, probabilmente si trovano in luoghi diversi, utilizzano dispositivi diversi, sperimentano condizioni di rete diverse e hanno interessi e comportamenti di visualizzazione diversi. Inviare i contenuti video come unicast significa che hai il potenziale di personalizzare ogni esperienza generando un manifesto unico per ogni spettatore con contenuti, annunci, raccomandazioni e una gestione precisa di DRM o blackout, il tutto in base al tipo di dispositivo, alla posizione, alla cronologia, ai dati demografici e ad altri dati dei tuoi spettatori, ad esempio regole aziendali o istruzioni configurate.

Millisecondi prima della riproduzione di un blocco, i dati vengono utilizzati per decidere il flusso ottimale da distribuire, dalle migliori varianti audio o video alla sostituzione senza problemi dei contenuti dovuta a un blackout regionale. Se torniamo al nostro esempio precedente, un evento sportivo dal vivo di 90 minuti con pezzi di 2 secondi contiene circa 2.700 pezzi nel manifesto, per ogni spettatore. Moltiplicare questo numero per 10 milioni di spettatori simultanei, e si tratta di 27 miliardi di pezzi che devono essere personalizzati e distribuiti in modo impeccabile. Ciò richiede un fornitore di tecnologia in grado di gestire infinite regole aziendali ed eseguire in modo affidabile più decisioni in tempo reale per ogni spettatore, in modo che non si verifichi mai un’interruzione del servizio.

Abbiamo progettato la nostra piattaforma fin dall’inizio per gestire individualmente ogni esperienza di visualizzazione su larga scala. È come un servizio di portineria automatizzato e integrato per tutti i tuoi spettatori. Le nostre prestazioni si basano sui nostri server manifesti per generare una playlist unica di contenuti, annunci pubblicitari e istruzioni di riproduzione per ogni spettatore. In base all’agente utente, all’indirizzo IP, alle istruzioni ricevute da ciascun dispositivo client e ai dati trasmessi tramite semplici parametri URL, e la nostra tecnologia prende migliaia di decisioni distinte, tra cui la configurazione dell’annuncio da utilizzare, l’applicazione o meno di regole di sostituzione come i blackout, e quale configurazione di gestione dei diritti digitali deve essere applicata. Abbiamo progettato la nostra tecnologia per i casi di utilizzo più complessi del settore, tra cui la distribuzione e la gestione affidabili di centinaia di migliaia di eventi live di alto profilo su larga scala da oltre un decennio.

Leggi il nostro articolo tecnico Per una comprensione più approfondita di come Uplynk sia stato creato per gestire i picchi di pubblico o supportare obiettivi a bassa latenza, abbastanza robusto da gestire le restrizioni di blackout e i diritti dei contenuti per singolo spettatore e potente per supportare funzionalità di personalizzazione come consigli sui contenuti, interruzioni degli annunci e altre localizzazioni come i sottotitoli.

Uplynk fornisce la tecnologia e il supporto migliori del settore per potenziare il business dello streaming.

Uplynk è una piattaforma di streaming altamente scalabile e affidabile con soluzioni e servizi che possono integrarsi in qualsiasi flusso di lavoro, in modo da poter creare esperienze OTT differenziate in modo efficace, il tutto con una frazione delle risorse. Offriamo una gamma flessibile di flussi di lavoro, dalle semplici configurazioni con un clic alle API più avanzate che attivano i flussi di lavoro per le notifiche, l’elaborazione dei lavori e integrazioni aggiuntive come l’apprendimento automatico. Uplynk è la base per le emittenti e i servizi di streaming per evolvere rapidamente, estendere e scalare le loro offerte.

Questo blog è il primo di una serie in tre parti sul raggiungimento della scalabilità operativa per la vostra attività di streaming. Leggi la seconda parte qui.