Home Blogs Padronanza della sicurezza delle API: Dalla scoperta alla difesa
Applications

Padronanza della sicurezza delle API: Dalla scoperta alla difesa

About The Author

Outline

Le API (Application Programming Interfaces) fungono da ponte tra diverse applicazioni software, consentendo loro di comunicare e condividere i dati senza problemi. Definiscono i metodi e i protocolli per l’interazione dei componenti software, consentendo agli sviluppatori di integrare sistemi e funzionalità diversi. Le API sono cruciali negli ecosistemi tecnologici moderni perché consentono alle aziende di migliorare l’efficienza, promuovere l’innovazione ed espandere la loro portata digitale. Facilitando l’interoperabilità tra diverse applicazioni, le API semplificano i processi, consentono lo sviluppo di nuove funzionalità e, in ultima analisi, contribuiscono alla creazione di esperienze digitali più dinamiche e interconnesse per gli utenti.

Il crescente significato e la crescita delle API nel panorama digitale di oggi le ha rese un obiettivo primario per i criminali informatici che cercano di sfruttare le vulnerabilità e l’uso improprio delle API. Il successo dello sfruttamento delle API può portare a gravi conseguenze, tra cui violazioni dei dati, interruzioni dei servizi e sistemi compromessi, ponendo rischi significativi per le aziende e i loro clienti. L’escalation del traffico e degli attacchi delle API web è evidente, con l’ultimo rapporto sullo stato delle API di Postman che mostra che il 30% delle aziende segnala eventi correlati alla sicurezza delle API si verificano trimestralmente (o più). Venture Beat stima inoltre che le vulnerabilità delle API costino alle aziende 75 miliardi di dollari all’anno in tutto il mondo.

Scoprite e monitorate le vostre API prima che gli autori degli attacchi le scoprano

In un recente sondaggio condotto dal Ponemon Institute, il 54% dei partecipanti al sondaggio trova difficile identificare e catalogare tutte le API. Le pressioni della rapida innovazione, in ambienti applicativi ibridi, spesso portano alla creazione di API che non sono documentate o fanno parte di un processo di governance appropriato, portando le organizzazioni a perdere il controllo sulla vasta gamma di API in uso e offerte. Pertanto, per proteggere le API, è necessario innanzitutto rilevarle prima che lo facciano gli autori degli attacchi: Non è possibile proteggere ciò che non si riesce a trovare.

“La sicurezza delle API è complicata dal fatto che molte organizzazioni non dispongono di un inventario delle API che forniscono o delle API che utilizzano.”

Gartner®, API Security: What You Need to Do to Protect Your API, Mark o’Neill; Dionisio Zumerle; Jeremy D’Hoinne, 13 gennaio 2023.

GARTNER è un marchio registrato e un marchio di servizio di Gartner, Inc. E/o delle sue affiliate negli Stati Uniti e all’estero e viene utilizzato con il presente consenso. Tutti i diritti riservati.

Le applicazioni mobili e Web sono un buon punto di partenza. Altre aree da analizzare sono l’integrazione delle applicazioni, le API in fase di sviluppo ma non ancora pubblicate e le API di terze parti utilizzate dall’organizzazione.

Una volta che hai scoperto le tue API, devi categorizzarle per un’analisi e una misurazione corrette. Ciò include anche il monitoraggio del traffico API e dei modelli di utilizzo, ad esempio picchi anomali di traffico e richieste ripetitive, per il rilevamento precoce di attività sospette. Gartner consiglia di utilizzare i seguenti criteri per la categorizzazione nel rapporto 2023 Gartner API Security: Cosa è necessario fare per proteggere le API:

What You Need to Do to Protect Your APIs

BEST practice per migliorare la sicurezza delle API

Per rafforzare la sicurezza delle API, è essenziale che la vostra organizzazione adotti un approccio di sicurezza continuo e olistico in tutte le fasi del ciclo di vita delle API. Prendere in considerazione le seguenti raccomandazioni:

  • Implementare solidi meccanismi di autenticazione e autorizzazione: L’applicazione di solidi meccanismi di autenticazione e autorizzazione è un passo fondamentale per prevenire l’abuso delle API. Implementare una gestione efficace delle chiavi API e applicare il principio del privilegio minimo, garantendo che ogni chiave API abbia accesso limitato solo alle risorse necessarie. Utilizzare protocolli standard del settore come OAuth 2,0 per gestire l’autorizzazione in modo sicuro ed evitare di affidarsi esclusivamente a semplici chiavi API.
  • Implementare la limitazione della velocità: Mitigare gli attacchi DDoS alle applicazioni implementando una limitazione della velocità, che limita il numero di richieste che un client può effettuare entro un determinato periodo di tempo. Questa misura aiuta a gestire il flusso di richieste API, evitando il sovraccarico e garantendo un’allocazione equa delle risorse agli utenti legittimi, scoraggiando quelli abusivi.
  • Utilizzo di Web Application Firewall (WAF) e gateway API: L’utilizzo di WAAP (Web Application and API Protection) e dei gateway API può migliorare in modo significativo la sicurezza e la governance delle API. I WAAP controllano le richieste API in entrata, filtrando il traffico potenzialmente dannoso in base a regole di sicurezza predefinite per identificare gli attacchi alle applicazioni (ad esempio SQLi e RCE). I gateway API fungono da intermediari tra i client e i server back-end, fornendo un ulteriore livello di sicurezza e consentendo il controllo e il monitoraggio centralizzati.
  • Condurre controlli di sicurezza e test di penetrazione regolari: Controlli di sicurezza regolari e test di penetrazione sono fondamentali per identificare le vulnerabilità e i punti deboli dell’infrastruttura API. Coinvolgete esperti di sicurezza per simulare gli attacchi del mondo reale e valutare l’efficacia delle vostre misure di sicurezza. Risolvere tempestivamente eventuali problemi identificati per rafforzare la resilienza dei sistemi.

Funzionalità di sicurezza API avanzata di Edgio

La soluzione API Security di Edgio rileva e protegge le API aziendali dalle minacce in evoluzione. Integrandosi perfettamente con i flussi di lavoro degli sviluppatori, migliora le prestazioni delle applicazioni e accelera la velocità di rilascio.
Con la crescita esponenziale delle API nei microservizi e nelle architetture native cloud, molte aziende non hanno visibilità nel proprio panorama API. Edgio affronta questa sfida utilizzando l’apprendimento automatico (ML) per ispezionare i modelli di traffico delle applicazioni, garantendo il rilevamento, la gestione e la sicurezza degli endpoint API.

Fornite come parte di una soluzione WAAP (Web Application and API Protection) olistica, le funzionalità di rilevamento API basate su ML DI Edgio consentono un facile onboarding e gestione degli endpoint API. Una volta eseguita l’integrazione, la sicurezza API di Edgio fornisce molteplici funzionalità che rafforzano la sicurezza delle API, tra cui l’applicazione della crittografia, la limitazione della velocità delle API e altri controlli, garantendo pratiche di sicurezza coerenti e riducendo il rischio di accesso non autorizzato e altre forme di abuso delle API.

Inoltre, Edgio offre un modello di sicurezza positivo attraverso la convalida dello schema API, garantendo il blocco delle richieste API specificate in modo errato. In questo modo si evitano errori e sfruttamento da attacchi come SQL injection, CMD injection e persino attacchi zero-day, filtrando al contempo le chiamate API dannose per proteggere le prestazioni delle applicazioni.

Come parte del Dual WAAP di Edgio, la soluzione consente a DevSecOps di testare e convalidare in modo efficiente le modifiche dello schema API in fase di produzione in modalità di audit. In questo modo si riduce il rischio di bloccare il traffico legittimo e si accelera il tempo medio di risoluzione (MTTR, Mean Time to Resolution) quando viene rilevata una vulnerabilità mediante l’attivazione di test rapidi e la distribuzione di modifiche alle regole a livello di rete (in meno di 60 secondi).

Conclusione

Man mano che le API continuano a svolgere un ruolo fondamentale nello sviluppo di software moderni, il rischio di abuso delle API cresce ogni giorno. Implementando in modo proattivo solide misure di sicurezza, le organizzazioni possono rilevare e mitigare efficacemente l’abuso delle API, salvaguardando i loro sistemi e proteggendo i dati sensibili da soggetti dannosi.

Scoprire le API diventa un passo fondamentale in questa strategia di difesa. Il rilevamento delle API, il processo di identificazione e catalogazione delle API, consente alle organizzazioni di valutare i rischi per la sicurezza associati a ciascuna API. Comprendere la gamma diversificata di API in uso è fondamentale in quanto costituisce la base per le successive misure di sicurezza. Senza una chiara comprensione delle API dell’ecosistema, le organizzazioni potrebbero trascurare potenziali vulnerabilità, creando lacune nel loro approccio alla sicurezza.

Inoltre, adottare un approccio di sicurezza continuo e olistico in tutte le fasi del ciclo di vita delle API, con misure che includono autenticazione avanzata, monitoraggio completo, limitazione della velocità e controlli di sicurezza regolari, è essenziale per garantire l’integrità, la disponibilità e la riservatezza delle API. Man mano che il panorama delle minacce si evolve, è fondamentale restare vigili e aggiornare continuamente le strategie di sicurezza per mantenere una solida difesa contro l’abuso delle API.

Edgio offre una soluzione avanzata di sicurezza API, che sfrutta ML e funzionalità integrate per fornire una protezione robusta contro l’abuso di API e le minacce emergenti. Parlate oggi stesso con uno dei nostri esperti di sicurezza per scoprire in che modo Edgio può contribuire a salvaguardare l’intero ecosistema digitale e a mantenere la fiducia dei vostri clienti.