Home Podcast Media Hot Take: La bassa latenza è importante?
Applications

Media Hot Take: La bassa latenza è importante?

About The Author

Outline

Un’introduzione al podcast Beyond the Edge di Edgio episodio 3: La bassa latenza è importante? Presentato da Kyle Faber, Senior Director Product Management – Edgio Media Platform.

Kyle Faber: Benvenuto in Beyond the Edge, un podcast dedicato all’esplorazione delle sfide dinamiche affrontate dalle moderne aziende digitali. Sono il tuo co-pilota. Kyle Faber, Senior Director of Product Management di Edgio Media Platform. E oggi ci stiamo immergendo nel tema della bassa latenza. E ha davvero importanza? Man mano che la velocità di delivery diventa sempre più veloce, la definizione di bassa latenza è cambiata nel tempo. Una volta la bassa latenza significava meno di 30 secondi. Allora significava meno di 10 secondi. Allora significava meno di 5 secondi. Ora le offerte a latenza ultra bassa offrono una distribuzione quasi in tempo reale in tutto il mondo. La verità è che un leggero ritardo spesso non è problematico. La maggior parte delle emittenti intervistate in un rapporto sulla latenza dello streaming video del 2021 ha indicato che stavano sperimentando latenza nel range da tre a dieci secondi, e il 25% di loro ha riferito da dieci a 45 secondi. Allora, questa latenza ha importanza? Andiamo oltre il limite con il nostro ospite, Jason Thibeault, direttore esecutivo della streaming Video Alliance. JT, grazie per essere venuto.

Jason Thibeault: Beh, grazie, Kyle. Mi dispiace, mi dispiace. Andiamo un po’ più informali. Era una bella introduzione. Non ho mai pensato a te come a una proposta.

Kyle Faber: In piena divulgazione per la gente a casa. JT ed io abbiamo lavorato insieme per la maggior parte di un decennio nei nostri vari ruoli in questo settore. Quindi diventeremo un po’ informali.

Jason Thibeault: Ma a proposito, è la streaming Video Technology Alliance. Abbiamo cambiato nome. Lo sto solo mettendo là fuori.

Kyle Faber: Non ho detto tecnologia di streaming video. Alleanza. L’ho detto. E’ proprio qui e lo so.

Jason Thibeault: Sono nel Consiglio. Hai detto alleanza per lo streaming video.

Kyle Faber: È la streaming Video Technology Alliance.

Jason Thibeault: Beh, grazie. E darò un piccolo background su me stesso.

Kyle Faber: Giusto.

Jason Thibeault: Così come ha detto Kyle. Grazie, Kyle. Sono il direttore esecutivo, della SVTA, come siamo comunemente chiamati. È un’associazione tecnica globale. Siamo simili ad altre organizzazioni come IETF e Simti e W3C e CTA Wave. È un’organizzazione di definizione degli standard. Uniamo persone provenienti da tutto il settore e cerchiamo di lavorare insieme per sviluppare specifiche, BEST practice, linee guida, potenziali standard per offrire video di alta qualità su larga scala. Giusto? Molte sfide tecniche da risolvere in tutto il flusso di lavoro. Ci sono sfide con la latenza, sfide con i protocolli di rete, sfide con il packaging, sfide con la qualità dell’esperienza, la misurazione, tutte queste cose. I nostri si riuniscono per risolvere quei problemi. Pubblichiamo i documenti. Le persone usano i documenti per creare piattaforme di streaming migliori. Boom. Questo è il mio pitch di ascensore. E’ abbastanza buono.

La bassa latenza è importante?

Kyle Faber: È un grande pitch ascensore. Ed Edgio è proprio lì che migliora la nostra piattaforma di streaming partecipando alla SVTA. Saltiamo subito su di esso. Abbiamo detto al marketing che abbiamo fatto un titolo clickbait per questo cattivo ragazzo. La bassa latenza è importante? Quindi andiamo direttamente alla tua calda opinione sull’argomento. La bassa latenza è importante?

Jason Thibeault: No Permettetemi di qualificarlo. So che è molto controverso per me dirlo. Si’. Quindi ovviamente la latenza conta. Ma il problema è che, credo, nel settore, abbiamo la tendenza a fare queste ampie strozzature di abbiamo video in diretta. Okay? Quindi deve essere tutta una latenza ultra bassa. No, ehi, aspetta un attimo. Ed è questo il problema che dobbiamo affrontare. Quindi quando dico e il titolo dice, la bassa latenza conta anche in molti casi, no, non lo è, perché non è la priorità per l’esperienza che stai cercando di offrire. Ma per alcuni casi d’uso. Giusto, lo sappiamo. E ho appena moderato un panel di streaming Media Connect proprio ieri su bassissima latenza e micro-scommesse. C’è un caso d’uso in cui è davvero necessaria una bassa latenza, e se non hai la tua latenza sotto controllo, le persone perderanno le loro scommesse, e si arrabbieranno, e se ne andranno, e tu perderai soldi. Questo è davvero ciò che si riduce a rispondere a questa domanda, la latenza è importante? Si tratta del caso d’uso. Quindi, sì, ha importanza. Per alcuni casi d’uso – no, non importa a tutti i livelli. E penso che, come industria, dobbiamo davvero smettere di concentrarci su di essa.

Non tutti i contenuti video sono uguali

Kyle Faber: Sono d’accordo con te al 100%. Hai detto molto bene che non tutti i contenuti video sono creati allo stesso modo. Siamo entrati in questo intero settore, l’intera fonte dell’idea che questo sia così bello. È che possiamo espandere i diversi formati in modo da non dover aspettare la democratizzazione di ciò che la gente può portare fuori. Quindi, come hai detto, hai scommesse dal vivo, giochi dal vivo, hai spazi di chat collaborativi in cui ci sono streamer dal vivo e comunità in stile Twitch dove c’è sempre lo streamer. Tale interattività richiede una bassa latenza quando lo spettatore sta facendo qualcosa. Certo, ne hai bisogno avanti e indietro. Come in questo momento se il video che abbiamo avuto io e te, se non fossimo nella stessa stanza, questo sarebbe inutile. Quindi il video conta. Potrebbe essere inutile comunque.

Jason Thibeault: Stavo pensando nella mia testa, ero tipo, dovrei dirlo? No Oh, l’hai detto.

Kyle Faber: Ma quando si passa a una qualità broadcast o a contenuti che i clienti… che gli utenti finali stanno cercando di sperimentare con la massima qualità e non con la massima interattività, ci si sposta in uno spazio in cui la latenza smette di opacizzare e si finisce per fare compromessi che i vostri utenti non stanno valutando. E stai facendo compromessi per le cose che stanno valutando.

Jason Thibeault: Beh, non solo questo, ma quei compromessi costano soldi, giusto? Quindi, se stai mettendo tutto questo tempo e sforzi e spese in un compromesso che pensi che i tuoi utenti pensino sia importante e non lo fanno, hai letteralmente sprecato una tonnellata di risorse per pochissimo guadagno. E penso che sia quando entriamo nel problema della latenza, passando da una latenza di dieci secondi a una latenza di sette secondi, non così costosa. Non lo è davvero. Passando da una latenza di sette secondi a due secondi. Ora stai parlando di cose che forse stai cercando di sostituire le apparecchiature e gli attrezzi di rete e devi rinegoziare i costi di transito e cose del genere. È costoso andare da due secondi a meno di un secondo. Ci sono degli impatti enormi sull’infrastruttura, giusto? Parliamo di latenza ultra-bassa. Avete bisogno di server specializzati. Non puoi davvero consegnare quei server VHDP. Allora, in passato, ci ricordiamo di QuickTime giusto, di RTSP, di questi server speciali che dovevamo avere. Le infrastrutture sono un problema. Ora è elastico, il che è fantastico. Quindi posso avere Wowza come un fantastico server per WebRTC e far girare un mucchio di server Wowza.

Ma il punto è che possono sostenere solo così tante persone. Non hanno la scala per WebRTC che hanno per HTTP. E così ora devo averne di più per supportare più persone che guardano latenza ultra-bassa. Quanto mi costerà? E sto ottenendo il ritorno se sto distribuendo flussi WebRTC a latenza ultra-bassa a tutti e solo l’1% delle persone lo sta usando per scommettere, ma mi sta costando dieci volte di più per distribuire quel flusso di quanto farei con il flusso HTTP. Perché dovrei fornire quel flusso a bassa latenza a tutte quelle persone extra che non stanno contribuendo alla mia redditività? Quindi è esattamente quello che hai detto. Voglio dire, sono solo questi compromessi, accadono e devono essere considerati. Ma il problema è che, ancora una volta, come industria, facciamo solo queste pennellate di tutti i live streaming devono essere vicino a 0 secondi ed è come, no, stai sprecando soldi, smettila di farlo. E ho avuto alcune interessanti conversazioni con i distributori di sport sul modo in cui stanno una sorta di parallelizzazione. Scusa, è facile dirlo per te. Può dire questo tre? Non posso Stanno correndo in parallelo, linee parallele, tutti.

Stanno distribuendo flussi HTP alle persone che non sono lettiere e stanno distribuendo flussi WebRTC alle persone che lo sono. E quindi, se doveste chiederglielo, la bassa latenza conta? Sarebbero tipo, beh, sì. A quali utenti state chiedendo? A quelli che stanno guardando http no, a quelli che stanno scommettendo.

Kyle Faber: Stavo giusto per dire che è direttamente nel caso d’uso. E alcune persone sono in questo gratuitamente, ma nessuno è in esso gratis. C’è l’aspettativa che ci sarà una svolta. E così hai detto, se l’1% del tuo pubblico sta scommettendo… se l’1% del tuo pubblico sta scommettendo e sono tutti terribili a scommettere, e questo paga per l’intero flusso per farlo streaming a 10.000 persone, 100.000 persone, un milione di persone, allora vai avanti.

Jason Thibeault: Si’, esatto. Buon per te.

Kyle Faber: Se senti che li sta portando nel tuo mercato. Ma se i tuoi utenti non stanno generando nuovi ricavi per te perché è una latenza inferiore, allora è importante valutare le scelte che stai facendo per guidare quella latenza. E questo è il risultato, giusto? Quindi, per rispondere alla domanda clickbait e continuare, la bassa latenza è importante? Non lo so. Ti importa davvero? E questa è davvero una domanda che tutti coloro che ascoltano questo podcast dovrebbero porsi per il loro contenuto quando entrano in una discussione sul flusso di lavoro. Dovrebbero chiedere se la bassa latenza è importante?

Jason Thibeault: Beh, e sappiamo cosa dicono i venditori, giusto? In modo che i fornitori di tecnologia che vendono agli operatori di streaming. Sappiamo cosa dicono. Sì, è importante. Abbiamo questo caso d’uso per te. Ascolta, immagina questo scenario che stai guardando lo sport a casa e poi senti dal muro accanto, qualcuno va “gooaaaalll” e poi vedi l’obiettivo sulla tua TV e sei come, questo è rovinato per me. Sappiamo che in realtà questo non accade.

Kyle Faber: Non credo che sia mai successo.

Jason Thibeault: Una volta che sono stato nei bar, come guardare la TV, e ho notato che le TV non erano sincronizzate bene, e questo è satellite o cavo. Quindi ha. Non solo un problema di streaming, ma comunque, occasionalmente qualcuno sta per andarsene, si’. E poi sono tipo, perché hanno fatto oh, goal wow, guarda. Non ha rovinato la mia esperienza, prima di tutto. E in secondo luogo, non era correlato allo streaming, in realtà era correlato ai feed di trasmissione. Ma comunque, questo non è un caso d’uso valido, per quanto mi riguarda, per fare il caso di abbiamo bisogno di bassa latenza. Sì, c’è un motivo per avere una bassa latenza per gli sport dal vivo. In genere, si desidera che le persone abbiano cose che sono più vicine al tempo reale che non. Ma ci sono altre considerazioni sulla bassa latenza. Giusto? Ora stai parlando di buffer e dimensione frammenti e ci sono tutte queste altre considerazioni in cui potresti effettivamente causare altri problemi forzando qualcosa a bassa latenza quando non lo fa … quando il beneficio non è lì e non ha bisogno di esserlo. Conosciamo i fornitori, che racconteranno la storia che tutto deve essere a bassa latenza, ma i proprietari dei contenuti, gli operatori di streaming, devono prendere decisioni accurate e rispondere alle domande da soli.

La bassa latenza è importante per questo caso di utilizzo? Quindi quella era la parte che mancava dal clickbait, perché allora non sarebbe stato clickbait, giusto? Non lo sarebbe e sarebbe realistico. Quindi e’ stato un bene che voi l’abbiate troncata a questa questione a bassa latenza. Mi piace. Mi sento così entusiasta di far parte di un titolo clickbait.

Kyle Faber: Finalmente siamo arrivati. Ci è voluto così tanto tempo nelle nostre carriere JT per farcela a clickbait, ma hai esattamente ragione. Dipende dal valore degli utenti. Forse sono l’unico unicorno che ha pareti sottili e un vicino che gode degli stessi sport che sono io.

Jason Thibeault: Allo stesso tempo.

Kyle Faber: Sì, anche allora penso, e sono un appassionato di sport dal vivo, apprezzo la mancanza di interruzione del mio stream, la completa e totale mancanza di un cerchio blu che gira su quel giocatore molto più del tempo occasionale che potrei sentire questo mitico quartiere urlare.

Jason Thibeault: Questo è il punto. Ed è interessante quando si pensa di nuovo, tornando al fatto che si sta andando basso latente, le dimensioni dei frammenti stanno cambiando, gli algoritmi buffer cambieranno, dovrai fare cose diverse nel tuo lettore per assicurarti di poter mantenere una connessione affidabile. Perché se sei in tempo reale ma continui ad avere interruzioni che potrebbero non essere colpa tua come operatore di streaming, questo potrebbe essere colpa dell’ISP, della rete dell’ultimo miglio, del router dell’utente, del computer dell’utente, tutti i tipi di problemi potrebbero causare il piccolo cerchio blu e interrompere il flusso. E quindi la domanda che gli operatori di streaming devono porsi non è solo la bassa latenza, ma cosa conta di più della bassa latenza in questa situazione specifica? E questa potrebbe essere l’affidabilità. Oh, i miei utenti e spettatori vogliono un’esperienza ininterrotta. Che bello. Se mai questa è una domanda che tu no, no, i miei spettatori vogliono essere costantemente interrotti. Certo che lo vogliono. Mi ricordo, ehi, quando ero a Limelight, ricordo la BBC una volta dicendo a Limelight, ascoltate, avete tutti questi doohickeys e guardate-them-a-doozles e non so cosa siano le parole inglesi per quelle.

Quindi mi scuso con chiunque dal Regno Unito perché nessuno alla BBC ha detto quelle parole vere, ma hai capito. Erano tipo, voi ragazzi avete tutte queste cose, a prescindere. Deve solo funzionare. La gente deve spingere il gioco, e si mostra e non c’è buffering ed è di buona qualità, e abbiamo finito. Ed è stato come, questo è ciò che mi viene ricordato in termini di queste decisioni sulla latenza.

Kyle Faber: Spoiler alert, la BBC non è strana. Ogni singolo cliente CE l’ha detto ogni volta. Ci serve che sia perfetto. Ora parlaci delle caratteristiche, che è esattamente il mio punto di vista. E così hai detto che nessuno crede che i loro utenti finali chiederanno delle interruzioni.

Il Santo Graal – pubblicità personalizzata

Kyle Faber: Ma questo mi ricorda, tipo, quello di cui stavi parlando, l’intero flusso di lavoro, le interruzioni che gli utenti non chiedono. Ma stiamo ancora dando loro pubblicità. Mi dispiace. Ecco come arriva la maggior parte dei contenuti. Pubblicità personalizzata – questo è il Santo Graal.

Jason Thibeault: Giusto?

Kyle Faber: Inizieremo a vedere che sarà più mirato. Inizierai a vedere annunci a cui tieni di più. Inizierai a vedere annunci che sono più relatabili a te. E quindi c’è un elemento di scoperta del prodotto che viene fornito con la pubblicità, e vuoi che gli spettatori abbiano una buona esperienza con quella pubblicità. Più bassa è la latenza, quando si effettuano le richieste di annunci personalizzati, se non si sta fornendo abbastanza tempo per quel mercato per fornire la pubblicità che si desidera mostrare a quell’utente, si è costretti a non mostrare nulla. Quindi hai perso le entrate pubblicitarie. Hai creato con cura i tuoi contenuti per attirare questi spettatori, e poi, oh, scherzando, lasceremo che questa slot pubblicitaria marcisca. O si va e si ottiene un annuncio sempreverde, come una Coca-Cola, giusto? Hai un milione di backslide dalla Coca-Cola. Bene, allora se non stai portando abbastanza personalizzazione, allora i tuoi utenti vedono solo Coca-Cola su ripetizione. E penso che l’abbiamo visto tutti.

Jason Thibeault: Ho avuto questa esperienza ieri su Hulu, ed è stata una ripetizione di questo annuncio energetico, ed è stato come se non li userò mai come fornitore di energia elettrica, anche se sono gli ultimi. Accenderò le candele in casa mia e farò correre scoiattoli sui tapis roulant. No a loro, perché ho visto il tuo annuncio 57 volte nell’ultima ora. Fatto.

Kyle Faber: Ma la tua reazione a questo è esattamente quello di cui sto parlando. Non hai incolpato Hulu, e conosci questo settore.

Jason Thibeault: Lo so esattamente. Ho dovuto spiegare a mia moglie. Io sono tipo, beh, lei è tipo, perché continuiamo a vedere questo annuncio? Okay, ecco il motivo per cui sono ancora frustrato. È molto fastidioso.

Kyle Faber: Quindi finisci con inserzionisti che vedranno il tuo prodotto a causa di quell’associazione negativa con il loro marchio. In qualità di produttore di contenuti, devi capire che, proprio come le CDN, comprendiamo perfettamente che il cerchio blu è colpa nostra e riflette sul tuo marchio. Avere un inventario degli annunci basso e avere una ripetizione degli annunci influisce sul marchio. E così quando si progettano questi flussi di lavoro che potenzialmente si affidano alla pubblicità o potenzialmente a pause come quella, è molto importante per voi ricordare gli effetti a valle a catena della rasatura 3 secondi dalla latenza. Stai ottenendo più entrate dai tuoi utenti perché stanno scommettendo? Okay, figo, fallo. Se non porta a nulla. Se la bassa latenza non ti interessa, allora forse stai causando effetti a catena cercando qualcosa che i fornitori a bassa latenza hanno pubblicizzato per farti inseguire.

Latenza nei flussi di lavoro

Jason Thibeault: Beh, hai sollevato alcuni punti davvero buoni, giusto? Quindi torniamo al titolo. La bassa latenza è importante? Quindi tendiamo a pensare che questo si riferisca solo al contenuto stesso. Ma c’è così tanta latenza nel flusso di lavoro, giusto? Quindi il gruppo di lavoro SVTA in diretta streaming ha scritto un articolo su questo, giusto? Hanno esaminato tutti i punti del flusso di lavoro per vedere dove avviene la latenza. E ovviamente, la maggior parte della latenza avviene al giocatore, ma c’è molta più latenza a monte, e avete appena identificato parti di essa con la realizzazione degli annunci. OK, se stiamo realizzando gli annunci sul lato server, giusto, c’è latenza con la composizione degli annunci nel flusso. Stiamo facendo l’inserimento di annunci sul lato client. C’è latenza con una nuova richiesta di uscire e recuperare quel pod pubblicitario. C’è un’altra latenza nel flusso di lavoro che potrebbe essere più vantaggiosa da risolvere che garantire che il flusso, il flusso live, sia quasi in tempo reale. Quindi è come, di nuovo, il titolo tornerà a tutta quella cosa sul pagamento. Stai facendo delle scelte. Qual è il risultato? Quindi, invece di concentrarmi sul tentativo di ridurre ogni ultimo millisecondo i tempi di consegna dei miei contenuti, forse dovrei concentrare le mie risorse ingegneristiche, tempo e denaro, sulla latenza a monte, che risolverà alcuni di questi problemi e produrrà un’esperienza migliore per i miei spettatori.

AKA non hanno così tante latenza degli annunci, quindi otteniamo gli annunci effettivi che sono personalizzati invece dell’annuncio ripetuto ogni volta. Ovviamente, la fatica degli annunci non è solo latenza riflessa nel flusso di lavoro. Ha a che fare con molte cose. Tuttavia, questo è uno dei modi per aiutare a mitigare quel problema è risolvere la latenza in quella parte del flusso di lavoro. Quindi penso che sia davvero tu che hai sollevato un punto davvero buono. Sì. Se abbiamo intenzione di personalizzare gli annunci e fare quel tipo di pubblicità indirizzabile, questo dovrà accadere ai margini, dovrà avere molte risorse là fuori per fare quel tipo di analisi euristica e scricchiolio ed essere in grado di spostarsi al volo e rifare manifesti e tutto il resto. E questo sta accadendo, ma è al limite. Quindi il tempo di andata e ritorno è inferiore. Quindi, ancora una volta, risolvere alcuni di questi problemi di latenza a monte, non solo a valle, sta accadendo davvero ora. La latenza viene affrontata dalle persone a monte. È solo che, di nuovo, penso che dobbiamo farlo se stiamo tornando a quel titolo, dobbiamo solo esploderlo un po’, diciamo tipo, ok, la latenza ha importanza, ma non è sempre quello che pensi che sia.

Non è sempre solo lo streaming in tempo reale. È più, oh, quanta altra latenza posso ottenere dai miei sistemi andando a monte? Si’.

Kyle Faber: E quindi, se guardate l’intero flusso di lavoro, aneddoto la piattaforma Edgio Uplynk sta lanciando un nuovo obiettivo di latenza di 15 secondi. Hai detto che è l’intero flusso di lavoro, dall’acquisizione del segnale fino a quel giocatore. Abbiamo apportato piccole fette in ognuno di questi miglioramenti del flusso di lavoro. E siamo stati in grado di abbatterlo e consegnare quel marcatore di 15 secondi. Standardizzandosi su questo, permettendovi di aspettarvi la reattività che otterrete da ogni parte del flusso di lavoro, perché non abbiamo toccato l’applicazione di DRM, applicando filigrana personalizzata. Ciascuna di queste transazioni è importante per alcune persone, non per altre persone, e richiede tempo quando ne hai bisogno. E se non ne hai bisogno, allora passa attraverso di esso. Ma volevo soffermarmi su tutti i diversi modi in cui, quando ci si rasa a bassa latenza HLS o a bassa latenza, si cambia la direttiva, ma se si forniscono latenze ancora più strette, si finisce con i server specializzati, l’hardware specializzato di cui si parlava passare a una distribuzione in stile WebRTC. Tali metodologie di distribuzione non sono quasi altrettanto scalabili su base pro capite.

Streaming in modo sostenibile e sicuro

Kyle Faber: E quindi stiamo potenzialmente parlando di sostenibilità, giusto? Questo è importante per le altre persone. La sostenibilità guida un sacco di rapporti in stile ESG che le aziende sono molto interessate a mostrare che stiamo consegnando a un milione di persone. E questo è guidato da questa infrastruttura. Ma oltre a questo, un altro modo per tornare alla sostenibilità è l’efficienza. E l’efficienza è ciò che hai ottenuto per ciò che spendi. E ancora una volta, spendete il doppio dei server e il doppio del calore per raggiungere lo stesso pubblico?

Jason Thibeault: Sì, al tuo punto, penso davvero che si tratti di kilowatt all’ora. Giusto. Quindi, state misurando ogni scelta rispetto alla sostenibilità. Quindi lo facevamo con la sicurezza, giusto? Quindi, prima di costruire qualcosa, tipo, costruiresti un’app, la metteresti insieme, un servizio di streaming, arrivi alla fine e sei come, l’abbiamo fatto. OK, come possiamo metterla al sicuro?

Kyle Faber: Ora, noi lo mettiamo al sicuro, mettiamo un guscio all’esterno.

Jason Thibeault: Aspetta un attimo. Avremmo dovuto discuterne già da allora, e lo facciamo ora. Ora, ogni fase di un processo agile o di una metodologia di sviluppo, include domande su “Ok, è sicuro?” È sicuro per questa connessione? OK, questo componente è sicuro come parte di questa architettura generale? Ci arriveremo alla sostenibilità. Giusto? Quindi in questo momento siamo alla fine di esso e andiamo tipo, okay, come lo rendiamo sostenibile? Lo so, ne abbiamo meno. Okay, grazie. Si’, e’ davvero brillante. Avere meno emissioni di gas serra. Togliamo le auto dalla strada, ovviamente. Ma quando stai creando app per utilizzare al meglio le risorse sulla scatola, la memoria, sai, NIC, CPU, GPU, devi fare queste considerazioni al momento della creazione. Sono nel tuo codice. Quindi, se ogni decisione viene misurata in base ai kilowatt all’ora, si iniziano a eseguire le misurazioni per l’intero ciclo di vita. “Quando si arriva alla fine, si ha una chiara comprensione di ciò che l’unità di “cosa” fa parte dei costi del flusso di lavoro in termini di sostenibilità.” E penso che sia davvero importante perché se solo prendi l’approccio ora di, oh, stiamo facendo WebRTC. Oh, abbiamo un milione di persone da servire. Oh, ogni scatola conta solo 10.000 persone. Oh, ci servono un milione di scatole. Oh, okay, bene, facciamo girare tutto su.

Kyle Faber: Ma questo è ciò di cui abbiamo bisogno.

Jason Thibeault: Sono un sacco di soldi per farlo. Ma è anche davvero di impatto per l’ambiente. Basta essere un buco. Scusa, non c’è censore.

Kyle Faber: Potrebbe esserci un censore. Non lo so. Nessuno mi ha dato le regole, JT. Non ne ho idea.

Jason Thibeault: Il processo di editing sarà come un colpo di vento nel suono e questa scatola nera passerà sopra la mia bocca. E’ proprio questo. Sono contento che tu l’abbia menzionato. La sostenibilità è davvero una preoccupazione quando si parla di scalabilità dell’infrastruttura di streaming perché abbiamo appena avuto questa opinione che si limitano a creare più risorse e, come la maggior parte degli operatori sanno, non è possibile farlo. Voglio dire, per diventare davvero grandi in alcuni casi nei provider di cloud, è necessario prenotarli con settimane di anticipo. Ma comunque, è così, basta buttarlo di più. E per fortuna la conversazione sulla sostenibilità e darò a Dom Robinson di Greening of streaming un sacco di oggetti di scena per prendere e correre con questo. Stiamo iniziando ad avere la conversazione di smettere di cercare di affrontare problemi scalabili con quella soluzione di lanciare solo più attrezzature che non funzionano a lungo termine. Quindi, se stiamo parlando di caselle specializzate necessarie per la latenza ultra bassa e per lo streaming a bassa latenza, dobbiamo davvero tenere a mente l’impatto sulla sostenibilità.

Kyle Faber: Non potrei essere più d’accordo con te, JT.

Jason Thibeault: Lo so.

Conclusione

Kyle Faber: Penso che sia una grande nota su cui finire. Il fatto che tu sia in vibrante accordo con me è il motivo per cui ti ho invitato nel mio primo e probabilmente ultimo episodio di Edgio.

Jason Thibeault: Non penso che riporteranno indietro nessuno di noi due. Bene, vedremo cosa succede.

Kyle Faber: Grazie al nostro ospite, Jason Thibeault, Executive Director della streaming Video Technology Alliance, e grazie a te e al nostro pubblico per essere venuto oltre i confini del mondo. Ci vediamo nel prossimo episodio. Molte grazie.

Jason Thibeault: Grazie a tutti.